COME CLAVETTE

Un continuo peregrinare: ecco la vita di Aldo, Regas e Emilio, artisti di strada. Giunti da Rodi un anno fa, girano il mondo con un camper, allietando con la loro arte un pubblico sempre diverso. Un cappello, una giacca, una cravatta, l’uomo diventa artista…e il mondo palcoscenico…

Si va in scena per vivere, per sentirsi liberi di “essere e “fare”. Le piazze, i semafori, i teatri, diventano i luoghi dove questi tre amici e colleghi esprimono ogni giorno la loro arte circense, contaminando  con un po’ della loro isola le persone che incontrano… una strada quella che è sempre davanti ai loro occhi di cittadini del mondo.  

Aldo, Emilio e Regas hanno scelto Roma per questa parentesi di vita, ma, come per le clavette da cui non separano mai, la loro vera essenza è in continuo movimento.

 

 

AS CLUBS

A continuous wandering,  this  is Aldo, Emilio and Regas’s life: they are street artists. They come in Italy from Rhodes island one year ago, around the world with a camper, wowing persons  with their always different circus art. A hat, a jacket, a tie, the man becomes an artist ... and the world a stage. It is staged to live, to feel free “to be "and "to do ". The squares, traffic lights, theaters, places become spaces where they express their own arts every day, contaminating with a little bit of their island the people they meet ... a road is always before their eyes as  citizens of the world.

Regas , Aldo and Emilio chose Rome for this parenthesis of life, but, as for the clubs which never separate, their true essence is in constant motion.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©Violetta Canitano